This text is replaced by the Flash movie.


utente Email
password Password
Ricorda accesso    
Responsabili delle regioni

Calabria
PET SERVICE SRL
BEVILACQUA ANTONIO
88811 CIRO’ MARINA (KR)
Campania
SOC. COOP DOG PARK
Michele Visone
via bosco del gaudio, snc
80044 OTTAVIANO (NA)
CENTRO CINOFILO SANTA LUCIA
ALFONSO BOVE
localita' santa lucia
81030 CELLOLE (CE)
Puglia
M.A.P.I.A. SRL
LUCIANO GAROFALO
prolungamento via caldarola, 125
70126 BARI (BA)
Sicilia
ALLEVAMENTO POLITIUM
MICHELE MACALUSO
via circonvallazione, n°3
90026 PETRALIA SOPRANA (PA)
Toscana
RIFUGIO VALDIFLORA
DIEGO CORRADINI
via madonna del tamburino, 5
51010 SAN QUIRICO PESCIA (PT)
Chi siamo: Regolamento

 Approvato dall’Assemblea dei soci all’unanimità il 11/04/2015

ASSOCANILI
NUOVO REGOLAMENTO

Approvato dall’Assemblea dei soci all’unanimità il 11 Aprile 2015

Premessa

L’Associazione, conformemente ai propri scopi statutari (cfr. Statuto Assocanili pubblicato su www.assocanili.com) si impegna a rappresentare e tutelare gli interessi morali, sociali ed economici degli associati nei confronti di qualsiasi organismo, sia pubblico che privato, nonché a promuovere e favorire servizi e attività di assistenza e di puntuale informazione ai suoi associati, collaborando nella ricerca della migliore qualificazione professionale e strutturale del settore, collaborando con le Istituzioni, enti pubblici e privati, e promuovendo fra i propri iscritti l’osservanza dell’etica professionale e delle regole della  leale concorrenza sul mercato anche nel rapporto con i terzi.

§

Il seguente Regolamento detta le condizioni e i requisiti per  l’ammissione a socio dell’Associazione e per il mantenimento nel tempo di tale qualifica, nonché per partecipare attivamente alla vita dell'Associazione stessa nel pieno rispetto degli scopi statutari. Dunque, preliminarmente ed espressamente rinviando agli artt. 5 e 6 dello Statuto con riguardo alla tipologia di soggetti che possono associarsi,

si regolamenta che

1. le strutture e gli operatori che intendono aderire all’Associazione presentano domanda scritta su apposito modulo di Adesione, da richiedere al Comitato Direttivo di cui all'art. 11 dello Statuto, provvedendo al versamento della quota sociale. Esaminata tale domanda, il Legale Rappresentante della scrivente Associazione dichiara il possesso dei requisiti in capo al soggetto richiedente, il quale contestualmente alla presentazione della domanda di ammissione dovrà dichiarare di conoscere e di accettare integralmente lo Statuto ed il presente Regolamento.

2. Le strutture e gli operatori di cui sopra dovranno godere di tutte le autorizzazioni richieste dalle vigenti normative del settore, e dimostrare di rispettare integralmente i requisiti tecnico-sanitari-professionali prescritti dalle leggi in materia. Dunque, sull'idoneità delle strutture richiedenti ad acquisire la qualifica di associato dovrà esprimere parere favorevole il Comitato Direttivo, eventualmente interpellando l'Assemblea.

3. I rappresentanti delle strutture e degli operatori richiedenti non devono aver subito condanne per maltrattamenti, gioco di azzardo o scommesse.

4. le strutture dovranno essere in possesso, come requisito minimo, di Certificazione di Qualità UNI ISO 9001 rilasciata da Enti riconosciuti e con Mutuo riconoscimento. .

5. Le strutture e gli operatori associati si assumono l’impegno di partecipare almeno una volta all’anno a campagne di adozione e di sensibilizzazione per il benessere animale in proprio o a supporto di Enti o Associazioni riconosciute, conformemente agli scopi statutari della scrivente Associazione.

6. Le strutture e gli operatori si impegnano ad adottare a proprie spese sui propri impianti interventi ispirati ad una miglior tutela dell’ambiente, anche all'insegna del risparmio energetico.

7. L'adesione impegna l'associato a tutti gli effetti di legge e statutari per un anno, con decorrenza dalla data di adesione; l'adesione si intende tacitamente rinnovata di anno in anno se non sia stato presentato alla sede dell'Associazione a mezzo lettera raccomandata a.r. formale atto di dimissioni almeno 90 (novanta) giorni prima della scadenza dell'anno in corso (31 Dicembre).

8. I soci aderenti si impegnano a perseguire una politica che non incentivi movimentazione di cani, se non per motivi straordinari, dai territori dove gli stessi sono presenti, al fine di non creare condizioni  di disagio e difficoltà ai cittadini del territorio ed in particolare ai volontari locali impegnati nelle adozioni.

9. La qualifica di associato si perde nei casi indicati dall'art. 7 dello Statuto, ultimo capoverso, al quale qui integralmente si rinvia. L'associato viene altresì automaticamente espulso nei casi indicati dall'art. 16 dello Statuto, ultimo capoverso, al quale qui parimenti si rinvia.

10. La quota associativa annuale è stabilità in 300,00 Euro (trecento Euro/00), salvo modifiche stabilite dall’Assemblea, e va versata entro e non oltre il 31 Marzo di ogni anno.

11. Le strutture e gli operatori associati si impegnano ad adottare interventi di formazione professionale e di costante aggiornamento del proprio personale finalizzati particolarmente alla rieducazione dei cani ospitati al fine di rendere la permanenza presso le proprie strutture nelle massime condizioni di corretta socializzazione ed alto profilo di adottabilità.

12. Le strutture associate e gli operatori non devono superare una mortalità annua del 15% (quindici per cento), salvo che si verifichino eventi e straordinarie condizioni non imputabili alle capacità gestionali della struttura.

13. Le strutture e gli operatori associati devono garantire, almeno tre giorni la settimana, le visite ad eventuali ospiti, salvo disposizioni di legge o direttive degli organi competenti.

14. le strutture e gli operatori associati devono nelle strategie aziendali e nei rapporti con i terzi agire sempre e comunque nel rispetto del benessere animale  e tenere un atteggiamento di leale concorrenza nelle attività di settore.

15. il possesso dei requisiti in capo ai soggetti richiedenti l'adesione potrà essere autocertificato ma documentato entro e non oltre 30 giorni dalla eventuale richiesta del Direttivo dell’ Associazione  o da persona e/o società, di comprovate capacità, da esso nominata.

16. L’eventuale provvedimento di esclusione dell'associato sarà proposto e motivato dal Comitato Direttivo, all’Assemblea, che potrà essere convocata anche a titolo straordinario. Il Direttivo darà  esecuzione al provvedimento entra trenta giorni dalla data dell’Assemblea.

17. tra i compi del Direttivo è compreso quello  di valutare tutti i requisiti previsti dallo Statuto e dal presente Regolamento con ogni mezzo che riterrà più opportuno ed utile, raccogliendo le informazioni e la documentazione prevista per l’ammissione ed esprimere relativo parere. Le decisioni in merito saranno prese in maggioranza e le modalità formali di voto stabilite di volta in volta. In caso di parità prevarrà la decisione del Presidente, il cui voto in caso di parità varrà il doppio.

18. L’ eventuale perdita dei requisiti per intervenute condizioni straordinarie e non dipendenti dalla gestione del soggetto richiedente l'adesione sarà valutata di volta in volta dal Direttivo, il quale ne valuterà la portata e la rilevanza ai fini del mantenimento della qualifica di associato.

19. a tutti gli associati spetta l’esercizio dei diritti sociali e del diritto di avvalersi dei servizi di consulenza, assistenza e rappresentanza forniti dalla scrivente Associazione, conformemente agli scopi statutari. L’Associazione sarà rappresentata in Enti o Commissioni,  dal Presidente o dai Vice presidenti o da un loro Delegato.

20. Ove lo ritenga utile per il raggiungimento delle finalità sociali, l’Associazione può istituire uffici e/o delegazioni locali con ambito territoriale, provinciale, nel rispetto dell'art. 16 dello Statuto e della specifica disciplina ivi indicata. Sedi secondarie, comunque dipendenti dalla sede centrale, potranno essere aperte solo su espressa autorizzazione del Presidente. L’Associazione potrà aderire e confederarsi con delibera di Assemblea ordinaria ad altre Associazione che perseguono finalità coerenti con le proprie.

21. L’Associazione, per tutelare i propri interessi sociali, economici e giuridici, potrà ove necessario ricorrere ad azioni legali quali per esempio la costituzione di Parte Civile nel processo penale, la costituzione in giudizio nel processo civile, instaurare giudizi in sede civile ed amministrativa, presentare istanze di annullamento in autotutela, transigere e conciliare controversie: tutto ciò al fine di ottenere la garanzia dei diritti degli associati, dei loro rappresentanti, stipulando apposite convenzioni con studi professionali di fiducia, dislocati sul territorio nazionale. Gli associati potranno avvalersi della consulenza-assistenza orale in ogni momento, obbligandosi in proprio nel caso di conferimento di specifici incarichi professionali per la difesa in giudizio e per  conciliare controversie in via stragiudiziale o per quant’altro occorra per la tutela dei loro diritti ed interessi.

22. Per il raggiungimento degli scopi previsti al punto precedente l’Assocanili utilizzerà il proprio patrimonio di cui all'art. 14 dello Statuto, impiegando le risorse finanziarie costituite dalle quote associative, da contributi privati e statali, da contributi di Enti o Istituzioni Pubbliche, da rimborsi derivanti da convenzioni, da donazioni e lasciti.

23. La perdita della qualità di socio, in qualunque modo formalizzata e motivata (dimissioni, esclusione) non lo esime, fino all’effettiva scadenza, dal rispetto dello Statuto e del presente Regolamento, in particolare per quanto attiene al pagamento della quota associativa.

24. Tutti i soggetti investiti di cariche sociali che non intervengano alle riunioni per tre volte consecutive senza giustificazione decadono dalle loro cariche e dovranno essere sostituiti con il primo soggetto non eletto proveniente dall'elenco dei risultati delle ultime elezioni utili.

25. Nel caso di violazione degli obblighi statutari e del presente Regolamento, l’associato è passibile di provvedimento di esclusione, come già sopra evidenziato con espresso rinvio all'art.  16 dello Statuto.

26. Le elezioni alle cariche associative avvengono con voto segreto salvo decisione e modalità diversa scelta dall’Assemblea.

27. Le prestazioni del Segretario e dei componenti degli altri Organi associativi di cui all'art. 9 dello Statuto (Assemblea e Comitato Direttivo) sono gratuite, salvo il rimborso delle spese documentate sostenute per l’espletamento del proprio incarico.

28. L’ufficio di Presidenza delibera la congruità e l'effettivo ammontare dei rimborsi delle spese vive da riconoscere ai componenti degli Organi dell’Associazione.

29. Gli associati che dispongano e offrano, nell’ambito della loro azienda, servizi di interesse comune devono garantire, nell’eventualità, vantaggi economici agli altri associati che ne facciano richiesta.

30. Tutti gli associati devono mettere a disposizione dell'Associazione e di tutti i suoi componenti le proprie capacità personali e professionali unitamente alle proprie conoscenze tecniche (know how d'impresa, gestionale ed informatico), fattivamente contribuendo alla costruzione di un' immagine associativa prestigiosa e di forte incidenza sia nello specifico settore della gestione dei canili, sia all’esterno di tale ambito.

31. Il presente Regolamento potrà subire modifiche solo con l’approvazione a maggioranza dell’Assemblea, appositamente convocata.

32.. La scrivente Associazione, in armonia coi i propri principi statutari, invita altresì i propri associati al pieno rispetto delle seguenti norme deontologiche:

A) L’Associazione richiede ai suoi iscritti rigore morale e correttezza comportamentale in ambito professionale ed extra professionale, sia nei rapporti con gli altri associati che con i terzi, salvaguardando l'immagine e l'integrità dell'Associazione.

 

B) Gli associati, sin dalla richiesta di iscrizione, si impegnano a partecipare attivamente alla vita associativa ed a contribuire alle scelte associative con spirito di totale adesione, avendo come obiettivo prioritario gli interessi dell'Associazione ed i suoi scopi statutari. La lealtà verso l’Associazione e degli associati costituisce un principio guida ed ispiratore nei rapporti reciproci e con l'esterno.

 

C) L’appartenenza all’Associazione è un impegno di solidarietà tra i suoi iscritti, i quali dovranno sempre agire con laboriosità e produttività.

 

D) Gli Organi Direttivi dell’Associazione promuovono le condizioni per favorire i più cordiali rapporti tra gli associati e contenere eventuali divergenze nell’ambito di una dialettica franca e serena. Deve essere fermamente ripudiata ogni forma di scorretta concorrenzialità, conflitto di interesse, denigrazione personale e professionale.

 

E) Gli associati che assumono cariche sociali devono impegnarsi a esercitare la funzione con spirito di servizio verso l’Associazione, gli associati ed il mondo esterno, senza avvalersene per vantaggi personali diretti od indiretti.

F) Gli associati dovranno mantenere un comportamento ispirato ad integrità, lealtà e senso di responsabilità nei confronti degli altri associati e delle Istituzioni, mostrandosi immuni da condizionamenti, politici e religiosi di sorta.

G) Gli associati dovranno seguire le direttive associative, contribuendo al dibattito nelle sedi proprie e mantenendo l’unità associativa verso il mondo esterno.

H) Gli associati dovranno fare un uso riservato delle informazioni apprese in virtù delle cariche ricoperte, mantenendo il dovuto segreto.

I) Gli associati dovranno coinvolgere fattivamente gli organi decisori dell’Associazione per una gestione partecipata ed aperta alle diverse istanze e concrete esigenze degli associati.

L) Gli associati dovranno trattare gli  associati con uguale dignità a prescindere dalle società od enti di appartenenza.

M) Gli associati prescelti per ricoprire cariche sociali dovranno immediatamente rimettere il proprio mandato qualora per motivi personali, professionali o oggettivi la loro permanenza possa essere nociva alla buona immagine dell’Associazione ed al raggiungimento dei suoi primari scopi.

N) I soci si impegnano ad non contribuire e/o incentivare movimentazione di cani dai territori dove risiedono salvo condizioni straordinarie

33. Il presente Regolamento, che sostituisce quello precedente, comprese le norme deontologiche, approvato all’unanimità il 11/04/2015 sarà sottoscritto dal Presidente che per i poteri in carica ne garantisce l’autenticità.

adesione Richiesta di adesione
Scarica il modulo per aderire alla nostra associazione.

adesione Regolamento dell'associazione
Visualizza il regolamento dell'associazione.

adesione Statuto
Visualizza il regolamento dell'associazione.

adesione Normative
Visualizza il regolamento dell'associazione.
Via Bosco del Gaudio, snc, Ottaviano (Na)
Tel. +39 081.865.76.14 - Fax +39 081.528.7368
info@assocanili.com
 
Copyright@Sofhe soluzioni informatiche

risoluzione ottimale 1024 x 768